Immagine

11 NOVEMBRE – MARCIA POPOLARE “MAI PIU’ ILSIDE” – BELLONA

Annunci

Se la ragione ha paura di sporcarsi le mani, noi ci sediamo comodamente dalla parte del torto, ci sentiamo più a nostro agio

in foto la partecipatissima assemblea a chiusura del corteo

Di solito non ci cimentiamo in tenzoni filosofiche e opinionismo di bassa lega i giorni successivi le iniziative di lotta sia sui territori che più in generale. Ma in merito al corteo di venerdì us a Bellona contro il rogo del deposito di rifiuti pericolosi Ilside, ci sembra doveroso porre l’accento su una serie di considerazioni. Il rogo in questione si preannuncia, dai risultati delle prime analisi, essere uno degli attacchi alla salute e all’ambiente piu’ pericolosi e dannosi degli ultimi anni, un vero e proprio disastro che ha sprigionato nell’aria decine e decine di sostanze altamente tossiche e cancerogene. Da sempre partecipiamo alle lotte e ai movimenti che nei modi piu’ disparati cercano di difendere queste terre martoriate e il rogo di Bellona ha suscitato in tutti grande rabbia.

Continua a leggere

Non si ferma la lotta del Comitato contro la Centrale a Biomasse nell’Agro Caleno

25Ormai sono settimane che i media ci bombardano con le polveri sottili nelle grandi città dando colpa alla pioggia che non arriva, purtroppo nessuno si preoccupa dell’inquinamento, quello sì tossico e cancerogeno, degli ecomostri, dei camini delle fabbriche, dei roghi tossici, dei grandi disastri ambientali causati da mega discariche.
Sulla “nostra” discarica alla ex Pozzi è sceso un silenzio inquietante e pericoloso, finite le passerelle mediatiche è come se tutti gli effetti nefasti che ha prodotto e che produce quotidianamente fossero magicamente scomparsi.
Patriciello, Picierno, Sindaci e compagnia cantante battete un colpo!

Continua a leggere

15 Giugno: ricompattiamo il fronte per dare un’ultima spallata allo scempio del gassificatore!

NOLettera aperta ai cittadini ed ai movimenti per la difesa del territorio. Ricompattiamo il fronte per dare un’ultima spallata allo scempio del gassificatore!

 

È ormai più di un anno che la lotta al gassificatore di Capua ci vede impegnati in una contrapposizione forte e decisa per evitarne l’installazione. Un impianto che, in perfetta linea con la logica dei piani regionale e provinciale per i rifiuti, altro non è che un inceneritore mascherato e, in più, del tutto sperimentale, quindi inadatto per la vicinanza dal centro abitato del terreno individuato per la sua costruzione. Ma non solo. La storia del gassificatore è la storia, già vista e rivista, di come chi amministra il nostro territorio si presti a continue manovre speculative che favoriscono esclusivamente i conti in banca di affaristi d’ogni risma ed assicurano un radioso futuro per le carriere di politicanti di professione. Continua a leggere

Fermare il gassificatore si deve, si può. I No Gas lanciano la data del 6 aprile!

vecchiPartecipatissima assemblea No Gas ieri sera a Capua. La notizia dell’imminente bando di gara per la costruzione del gassificatore ha suscitato l’interesse di tantissime persone, si è palesata ancor di più la necessità di proseguire la battaglia in maniera sempre più serrata, vista la spinta sull’acceleratore della controparte che ha evidenti interessi nel cominciare e terminare presto i lavori per mettere l’impianto in produzione, visto che sarà costruito con project financing: apparentemente si ripagherà con gli introiti della produzione stessa, ma in realtà saranno gli incentivi Cip6, ricavati con una tassa nascosta nelle nostre bollette, a coprire il finanziamento mettendo le mani direttamente nelle tasche dei cittadini. Continua a leggere