BRIGANTI O EMIGRANTI – Sud e movimenti tra conricerca e studi subalterni a cura di Orizzonti meridiani

E’ uscito, pubblicato da Ombre Corte, BRIGANTI O EMIGRANTI il libro che nasce dal percorso di Orizzonti Meridiani, laboratorio politico composto da diverse esperienze di lotta attive al Sud. All’interno il nostro lavoro sulle lotte per la difesa del territorio in Terra di Lavoro
Lo potete trovare al Gravitz – shirt&propaganda all’interno del Tempo Rosso da questa sera – 20 euro Continua a leggere

Annunci

Le comunità in lotta, contro biocidio e devastazione ambientale in Terra di Lavoro, scrivono alle scuole occupate e autogestite

Come student*, precari, lavoratori e disoccupati, sfruttati di ogni sorta, donne ed uomini di ogni età appartenenti alle comunità di Terra di Lavoro, comunità che da decenni sono in lotta per difendere i propri territori dalla devastazione ambientale e dalla speculazione selvaggia, scriviamo questa lettera agli studenti degli istituti superiori della provincia che in questi giorni sono determinati a riappropriarsi della scuola per farla vivere come spazio critico, come luogo di elaborazione di saperi e rivendicazione di diritti.

Continua a leggere

Appello dei Movimenti di lotta di Terra di Lavoro per il Corteo del 16 novembre a Napoli

Il 16 Novembre Terra di Lavoro sfocia nel#fiumeinpiena a Napoli: rompere gli argini, travolgere tutto!

La fase di movimento e di mobilitazione che sta attraversando la regione Campania è giunta a un punto importante: il corteo del 16 novembre. il fiume in piena che si riverserà nelle strade di Napoli deve diventare il punto di inizio di una nuova stagione di dignità e di lotta contro il biocidio.

Continua a leggere

SCARICHIAMO GRANAROLO! SCARICHIAMO L’AUSTERITY!

Stamattina Terra di Lavoro si è schierata al fianco dei facchini di Bologna che da mesi sono in lotta contro lo sfruttamento nel mondo della logistica. L’iniziativa di boicottaggio contro la Granorolo è stata accolta con molto entusiasmo e curiosità dalla gente del quartiere, che ha mostrato grossi slanci di solidarietà per i lavoratori licenziati da quest’azienda, con l’unica colpa di aver chiesto condizioni di lavoro dignitose.

Tra chi ha da sempre comprato i prodotti di questo marchio sono nate le domande più curiose e, nello spiegare il perchè della campagna a sostegno della lotta dei facchini, molti si sono convinti a non comprare più i prodotti dell’azienda emiliana. Continua a leggere

#15M in Terra di Lavoro, lo Sciopero Sociale per rompere la subalternità!

Come annunciato nsciopero sociale 15Mei giorni scorsi si è svolta ieri sera, 15 maggio, l’iniziativa “Sciopero sociale in Terra di Lavoro”.

Rilanciato, nelle scorse settimane, dai movimenti europei con la dichiarazione comune di Lubiana elaborata al termine dell’Hub Meeting 2013, il percorso con il quale le lotte contro la crisi e l’austerità tentano una ricomposizione ed una progettualità comune ha preso forma anche nella provincia meridionale.
A Capua, nel rione delle cosiddette ‘palazzine tedesche’, un folto numero di giovani e meno giovani ha risposto all’appello trans-nazionale che ha visto scendere in piazza migliaia di persone in tante città d’Europa. Un momento di contaminazione, confronto e riconoscimento reciproco tra i soggetti che hanno animato le lotte sociali sul territorio, su tutte quella per beni comuni, e gli abitanti di uno dei tanti quartieri popolari dove la governance della crisi è stata elevata a paradigma prima ancora che la crisi stessa iniziasse a manifestarsi in tutta la sua dirompenza. Continua a leggere