C.A.L.eS. – Comunità Autonome Libere e Solidali

Sabato 18 Gennaio a Sparanise è nato un nuovo spazio libero nell’AgroCaleno: C.A.L.eS. Comunità Autonome Libere e Solidali.
Un antico stabile sede di una fabbrica di armi bianche di epoca borbonica, di proprietà della Provincia (l’Ex Ragioneria), lasciato marcire nel degrado, è stato recuperato per essere riconsegnato alla collettività. Per essere trasformato in un bene comune, per essere difeso da chi ne è naturale custode: la comunità. Continua a leggere

Annunci

Dobbiamo avere un TETTO per portare avanti le nostre LOTTE!!!

trDobbiamo avere un TETTO per portare avanti le nostre LOTTE
Supporta e sostieni il Tempo Rosso!

A partire dal mese di Luglio, le serate e le iniziative del Tempo Rosso avranno uno scopo in più: quello di finanziare i lavori di ristrutturazione di cui la struttura necessita, in primis quella del tetto.
Invitiamo quindi, tutti coloro che condividono il nostro progetto politico, a supportare e sostenere il Tempo Rosso e permetterci così altri anni di presenza e militanza sul territorio e la possibilità di portare avanti le nostre lotte!

Segui la programmazione, partecipa, supporta e sostieni il Tempo Rosso!

 

 

Continua a leggere

SCARICHIAMO GRANAROLO! SCARICHIAMO L’AUSTERITY!

Stamattina Terra di Lavoro si è schierata al fianco dei facchini di Bologna che da mesi sono in lotta contro lo sfruttamento nel mondo della logistica. L’iniziativa di boicottaggio contro la Granorolo è stata accolta con molto entusiasmo e curiosità dalla gente del quartiere, che ha mostrato grossi slanci di solidarietà per i lavoratori licenziati da quest’azienda, con l’unica colpa di aver chiesto condizioni di lavoro dignitose.

Tra chi ha da sempre comprato i prodotti di questo marchio sono nate le domande più curiose e, nello spiegare il perchè della campagna a sostegno della lotta dei facchini, molti si sono convinti a non comprare più i prodotti dell’azienda emiliana. Continua a leggere

Centrale a biomasse a Calvi Risorta: nasce il fronte di opposizione popolare

Massiccia risposta alla prima assemblea pubblica chiamata dalla Rete Calena Beni Comuni,  tenutasi nella Villa comunale di 385_10151601592577770_2012311320_n Calvi Risorta, per la costituzione di un comitato popolare in difesa dei beni comuni e contro la paventata costruzione di una centrale a biomasse    sul territorio caleno. Continua a leggere

Antropoli: un personaggio (isolato) in cerca d’autore!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il sindaco in forte difficolta’ durante una trasmissione televisiva

La trasmissione Clandestino, andata in onda il 16 gennaio su Tele Club Italia, con la partecipazione del dottor Marfella, del sindaco Antropoli, di esponenti politici e dei movimenti campani, ha reso ancora piu’ palesi le difficolta’ in cui si trova il sindaco di Capua, un personaggio ormai in cerca d’autore e chiaramente a disagio nel recitare una parte che in realta’ non vorrebbe. Ormai abbandonato dal presidente Zinzi, che ha preferito candidare suo figlio Gianpiero alle politiche, investitura alla quale agognava il primo cittadino capuano, scaricato da grandissima parte della sua maggioranza e anche dal supertecnico, ex assessore all’ambiente della provincia di Caserta, Mastellone, ieri in studio tra il paonazzo del volto e l’insistente tamburellare nervoso della mano sinistra sulla sedia, l’imbarazzo per i continui attacchi ai quali non sapeva rispondere se non con fare “guappesco” o addirittura razzista (piu’ di una volta ha dato la responsabilita’ della crisi rifiuti alla poca civilta’ dei campani), ci fanno capire che il ruolo dell’amministrazione comunale di Capua è di semplice esecutore, suo malgrado, di progetti ed imposizioni che provengono dall’alto. Continua a leggere