Terra di Lavoro antagonista, autonoma e ribelle! Appello per un movimento di riconquista dei bisogni di parte.

fornikaPartiamo da un assunto, la provincia di Caserta è ormai indiscutibilmente e innegabilmente ganglio dell’accumulo e della riproduzione del capitale, dal piano della messa a profitto dei territorio fino alla precarizzazione continua e violenta delle nostre vite. Sia chiaro, non diciamo né vogliamo dire nulla di nuovo, ma riteniamo che a fronte del tempo e dello spazio della crisi, si rendano sempre più necessarie forme e pratiche di confronto e di cooperazione all’interno dei movimenti, ma soprattutto nelle comunità stesse.

Come soggettività che da circa un quindicennio attraversa la provincia di Caserta, siamo interni a processi di contrapposizione alla messa a profitto dei territori, di emancipazione, di lotte e creazione di contropotere contro crisi e precarietà, ma non basta, nè a noi in quanto soggettività politica, nè alle comunità della provincia, ancora troppo disgregate, troppo confuse, ancora illuse dalla speranza del cambiamento “da dentro” il sistema. Continua a leggere