Centrale a biomasse: parere negativo da parte dell’ASL, il fronte del ‘no’ incassa l’ennesima vittoria.

Agro Caleno – E’ di qualche ora fa la notizia ufficiale secondo cui l’ASL CE/2 ha fornito parere NEGATIVO alla installazione ed all’esercizio di una centrale a biomasse per la produzione di energia elettrica in area ex-Pozzi, tra i comuni di Calvi Risorta e Sparanise. Il parere contrario al disastroso impianto è motivato dall’analisi, da parte dell’ASL, delle relazioni periodiche di sintesi sui dati relativi alla qualità dell’aria elaborate dall’ARPAC sulla base delle rilevazioni delle centraline di monitoraggio poste sul territorio. Secondo tali rilevazioni esiste una condizione di criticità della qualità dell’aria proprio nella zona interessata dal progetto della Iavazzi Ambiente SCARL. Infatti, i dati evidenziano elevate emissioni di polveri sottili (particolato) ed ozono mentre la stessa azienda proponente riporta, nella scheda riassuntiva del progetto, un impatto di ‘media significatività negativa’ per l’atmosfera e la salute pubblica. Continua a leggere

Annunci

Fermare il gassificatore si deve, si può. I No Gas lanciano la data del 6 aprile!

vecchiPartecipatissima assemblea No Gas ieri sera a Capua. La notizia dell’imminente bando di gara per la costruzione del gassificatore ha suscitato l’interesse di tantissime persone, si è palesata ancor di più la necessità di proseguire la battaglia in maniera sempre più serrata, vista la spinta sull’acceleratore della controparte che ha evidenti interessi nel cominciare e terminare presto i lavori per mettere l’impianto in produzione, visto che sarà costruito con project financing: apparentemente si ripagherà con gli introiti della produzione stessa, ma in realtà saranno gli incentivi Cip6, ricavati con una tassa nascosta nelle nostre bollette, a coprire il finanziamento mettendo le mani direttamente nelle tasche dei cittadini. Continua a leggere