#BELLONA: STOP FUMAROLE E BONIFICA DELL’ILSIDE

In centinaia marciano determinati per le vie del paese Oggi a Bellona ha visto scendere in strada una comunità’ determinata , centinai di persone si sono riversate tra le vie della piccola cittadina casertana nonostante un fortissimo apparato repressivo, e’ ormai chiaro che le comunità’ in lotta per le bonifiche dei territori fanno paura ai poteri forti.

Sono ormai passati quattro mesi dall’incendio della Ilside e le uniche risposte avute dalle istituzioni non sono state altro che parole, uno rimpallo di responsabilità’ , un giochetto ormai noto a chi da anni difende questi territori, proprio per questo simbolicamente il corteo giunto dinnanzi al comune ha acceso 120 candele come i 120 giorni di fiamme all’ Ilside!

Quattro mesi di omertà. Intanto l’Iside brucia ancora, i nostro territoro e’ continuamente sotto attacco, ormai segnato dal modello di sviluppo che e’ stato pensato per noi e per le nostre terre. Il corteo, pieno di bellissime energie, si e’ concluso con un’assemblea dalla quale e’ stato lanciato un ultimatum di 10 giorni all’amministrazione comunale , unico ente in grado di agire in questo momento da quanto detto da Procura e Regione.

Non resteremo a guardare mentre devastano i nostri territori. Il 7ottobre le comunità’ ribelli hanno lanciato un segnale chiaro sulla questione bonifiche: non siamo più’ disposti a subire e scenderemo in strada ogni momento e con radicalita’ ogni qualvolta sarà’ necessario solo le comunità’ difendono le comunita’

Annunci