Dall’AgroCaleno solidale ai/lle compagn* dell’ex-Karcere e di Anomalia

Lanciamo il nostro più’ vero e fraterno grido di solidarietà’, vicinanza e complicità’ con i/le 17 compagne e compagni palermitani del centro sociale ExCarcere e dello studentato anomalia colpite da un teorema repressivo della magistratura siciliana. Non ci perderemo in analisi prolisse, consapevoli che questo attacco, è anche un attacco a noi tutti, e non è solo una traballante ipotesi accusatoria, bensì la normale vendetta dello stato, contro chi quotidianamente libera tempo, spazi, territori. Un attacco a noi tutti e a cui noi tutti dobbiamo rispondere, ieri l’altro a Bologna, ieri a Torino, oggi a Palermo, attacchi che ci rendono ancora più’ consapevoli che i nostri percorsi incidono veramente contro chi ci vuole divisi, precari, disoccupati, più’ poveri e più’ soli per meglio dominarci.

Tanti di noi tanto hanno imparato solcando con i compagni palermitani le strade dei cortei nazionali fianco a fianco, o camminando con loro nei quartieri del centro vecchio di palermo, a ballaro’ o in vucciria, uniti dalla lettura della realtà’ e dalle ipotesi per rovesciarla, ma sempre anche da un senso di appartenenza a questo sud fatto di saperi arcaici, di consuetudini che ti permettono di riconoscerti a vicenda solo dallo sguardo, dalla consapevolezza di respirare la stessa aria e di far riscaldare le nostre lotte dallo stesso sole. Esperienze, pezzi della nostra storia ed episodi, che ci impediscono di stilare un semplice comunicato di solidarietà’, quello che vogliamo esprimere è che questo attacco lo sentiamo in tutta la sua pesantezza sulla nostra pelle, ma altrettanto sappiamo che l’unico modo per venirne fuori è serrare le fila, stringerci in cordone e camminare a passo svelto verso i nostri obiettivi, nessuna vendetta può’ essere e deve essere più’ forte del nostro bisogno di una vita migliore, in territori migliori, emancipati dai domini secolari, ai quali, da quando siamo nati, siamo indisposti a sottostare, gli stessi che combattiamo a testa alta e senza paura ogni giorno nelle nostre strade!

Anche noi siamo complici con i/le 17 di Palermo, e come i/le 17 non ccederemo neanche di un passo!

Non siamo con voi, siamo voi, nella gioia e nella rabbia, nel distruggere la gabbia!

I compagni e le comapgne del Tempo Rosso e dello Spazio CALeS

Annunci