Agro Caleno Zona Ribelle: per smontare crisi, fascismo e razzismo a colpi di boxe.

Nel settembre del 2013 nasce all’interno del centro sociale occupato TempoRosso l’esperienza del corso di Boxe Popolare Antifascista e Antirazzista. Questo progetto scaturisce dall’esigenza di un gruppo di persone di praticare sport lontane dalle dinamiche delle palestre iper-patinate e dalle cordate associazionistiche; slegati dalle prime perchè luoghi fortemente insalubri e propinatori di sbagliati modelli di bellezza e comportamentali,dunque materialmente vere e proprie fabbriche del fitness; dalle seconde perchè perfettamente incastonate in quell’ampio quadro di speculazione attivato sull’agonismo sportivo.

Ed è così che in breve tempo la struttura fisica e politica del Tempo Rosso ha avvolto con piacere questo slancio di pratica diautonomia ed autorganizzazione che si è ben accomodato nel percorso politicodel collettivo.

Veniamo al dunque.

Settimanalmente, ovvero ogni martedì e giovedì dalle ore 21,00,si svolgono regolarmente le attività della boxe popolare che, grazie alla generosità di molti che hanno donato materiale utile per l’allenamento (pesi,sacchi, bilancieri, panche…), fornisce la possibilità a tutti di perseguire la propria passione per lo sport senza preoccuparsi troppo di versare una onerosa quota mensile. Il carattere “popolare”del corso emerge proprio dal fatto che esso viene alimentato dall’autofinanziamento,ottenuto grazie al versamento volontario di piccole quote da parte dei partecipanti,sempre in relazione alle proprie possibilità economiche, perchés iamo fortemente convinti che non debba essere tolta la possibilità,soprattutto a quei soggetti brutalmente colpiti dalla crisi, di poter coltivare questa passione che, in palestre “ufficiali” particolarmente costose, nonpotrebbero fare.
Da più di un anno,quindi, forte è stata l’affluenza da tutto l’agro caleno, favorendo oltre che la buona preparazione atletica, la socializzazione tra soggetti che provengono da luoghi e situazioni quotidiane differenti, alimentando così il progressivo abbattimento di barriere geografiche e sociali. E’ facile trovare tra i volti sudati e sorridenti di coloro che si annodano fascette e colpiscono sacconi, quelli di studenti, precari e disoccupati accomunati oltre che dalla passione per il pugilato, anche da un forte senso di pratica giornaliera di antifascismo e antirazzismo.
Intenzionati a proseguire questo percorso che ci ha dato la possibilità di ottenere grandi e piccoli successi individuali e collettivi, siamo proiettati verso l’allargamento dell’esperienza, sia perché stiamo provvedendo ad espandere fisicamente lospazio occupato dal corso di boxe, sia perché stiamo lavorando all’aggiunta di nuovi corsi oltre il pugilato. Dunque facciamo un invito a chi abbia voglia adarci una mano nel raggiunge questi nostri obiettivi, a mettere a disposizione di tutti il proprio tempo e la propria passione, come sino ad oggi ha fatto ilnostro maestro e pugile caleno Antonio Zitiello, sempre presente con grossa generosità .

Guardiamo di buon viso a percorsi simili attivati in altri spazi occupati, e riproponiamo volentieri le parole di Luigi spera, allenatore tecnico della Palestra Popolare di Palermo, che dichiarava qualche tempo fa in un’intervista : “Spesso gli sport di contatto,boxe inclusa, sono associati erroneamente al culto della forza e della virilità propinato dalla destra. Per noi lo sport non è questo, bensì quello che abbattelRe distinzioni di genere, il concetto di razzismo, di sessismo e noi lo concepiamo anche in chiave anticapitalista. Il concetto dello sport per noi è differente da quello ormai affermatosi nella cultura mediatica, perché il business ha influenzato parecchio l’agonismo sportivo, spesso sporcandolo.”

Ci vediamo al Tempo Rosso ogni martedì e giovedì per allenarci,divertirci e sognare insieme un mondo altro e migliore!

Vi invitiamo, inoltre, allanostra dimostrazione pubblica che permetterà di mostrarvi cosa prende vita neinostri allenamenti e quale bella aria si respira (sudore a parte!): ci vediamoil 20 Dicembre alle ore 16,00 allo Spazio Cales occupato – via delle Armi Bianche, Sparanise – momentod’incontro che s’inserisce all’interno della due giorni Black Market Project .

…e lo ricordiamo… NON C’E’ SCONFITTA NEL CUORE DI CHI LOTTA!

I/le ribell* del corso di Boxe Popolare

Annunci