TARES: piazza militarizzata, cresce l’indignazione e l’assemblea pubblica lancia un ultimatum.

Ieri, 10 marzo 2014 si è svolta l’assemblea pubblica, indetta dal Movimento che si è creato intorno alla questione Tares. Il clima della piazza era alquanto surreale, completamente militarizzata, carabinieri, poliziotti in antisommossa e guardia di finanza, insomma clima cileno.

Grande la partecipazione popolare, nonostante il tentativo intimidatorio e poco rispettoso nei confronti dei cittadini. Tante le proposte uscite dall’assemblea con interventi di commercianti, semplici cittadini, liberi professionisti, mamme e giovani, che vedono nella tares un’ennesima batosta, in un contestodi disoccupazione, di perdita di posti di lavoro, stretti nella morsa continua del carovita e della crisi.

E’ inaccettabile il perseverante atteggiamento, irresponsabile, sia del sindaco che dell’amministrazione comunale. In un periodo difficile, bisognerebbe ascoltare e non ostentare rapporti di forza inutili e capaci di far salire tensioni.

Lo scorso giovedì oltre 300 persone hanno presidiato le stanze della casa comunale per avere delle risposte senza ricevere il minimo gesto di apertura da parte delle istituzioni; ieri l’ennesima prova di maturità da parte della comunità che si è incontrata in un ‘assemblea per decidere come andare avanti nella battaglia visto il muro eretto dalla controparte.

Le richieste del movimento sono chiare e determinate, in vista di un consiglio comunale già negato alla popolazione, e di un’altro che si farà questo venerdì ma che verte su altri temi. Vorremmo chiedere agli amministratori:

  • Di aggiungere all’ordine del giorno la questione della tares;

  • Nel caso non venga aggiunto, quantomeno di fissare un altro Consiglio aperto entro la fine del mese (termine ultimo per pagare la bolletta).

Nel caso in cui queste richieste non vengano ascoltate, ci diamo appuntamento venerdì 14 marzo all’aula consiliare del polo civico “Franco Imposimato”, in via Vittorio Veneto, alle ore 11.00, per fare pressioni sull’Amministrazione Comunale.

I DIRITTI SI GUADAGNANO A SPINTA!!!

Movimento No Tares

Tempo Rosso

Spazio Cales

Annunci