Dobbiamo avere un tetto per portare avanti le nostre lotte, grazie a chi supporta il nostro odio (mosso d’amore).

Con la conclusione momentanea della campagna di autofinanziamento Dobbiamo avere un tetto per portare avanti le nostre lotte, culminata con la serata di Domenica 28 Luglio con il concerto dei 99 Posse a Pignataro volevamo esprimere la nostra massima gratitudine a tutti coloro che, in varie modalità, hanno riconosciuto l’importanza di supportare la struttura e il progetto politico che portiamo avanti, non con poche difficoltà da più di 14 anni lottando e resistendo, in totale autonomia, qui in un piccolo paese di Terra di Lavoro.

 Aria di solidarietà e di complicità quella di Domenica.

 Ringraziamo tutta la solidarietà ricevuta, i compagni/e le compagne  di ieri e di oggi,  quelli di sempre,  i giovani e le famiglie che hanno attraversato la serata, ringraziamo tutto il quartiere per la pazienza con cui ci concede di catapultarlo nel caos totale che i grandi eventi richiedono, abbandonando la calma quotidiana a cui è abituato.

 Ringraziamo chi ha aderito all’iniziativa “Un palco per le lotte” vedendone la possibilità di dare voce alle varie esperienze di lotta presenti qui sul territorio, ringraziamo i ragazzi di Castel Volturno.

 Ringraziamo inoltre, in modo più che particolare,  i compagni che sono saliti sul palco e che hanno suonato per noi, i 99 posse.

 Quei compagni che poi, giù dal palco, in mezzo ai ragazzini del paese, nel sentirsi a casa, hanno contribuito, ancora una volta  ad alimentare quella memoria e quel legame, vivissimo, che da decenni, ormai, ci lega a loro:  da  Cartoline Zapatiste, all’occupazione del Palazzetto dello sport di Sparanise nel 2001, e nel 2012, stesso luogo, stesso concerto.

 Dal canto nostro continueremo, con tutto quell’odio mosso d’amore a lottare sul nostro territorio, e a resistere qui in Provincia di Caserta. Non solo  con le serate di autofinanziamento incentrate in primis alla ristrutturazione del Centro Sociale ma già con in cantiere la ripresa di tutte le attività ed ulteriori  nuovissime idee: un corso di boxe popolare che partirà a breve, la ripresa dell’infoshop (con libri, maglie, spillette, dischi, etc.), la cantina sociale, il Parco Popolare Michelina de Cesare e ovviamente il nostro fare politica, antifascista e anticapitalista qui, nelle strade e nei nostri quartieri.

 Già a fine Agosto riprenderemo la programmazione musicale del Centro Sociale, chiunque voglia darci una mano, contribuire, a proprio modo, a supportare il nostro percorso politico e facilitare i lavori di ristrutturazione, attraverso le proprie competenze e capacità, ci contatti.

 Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/csoa-Tempo-Rosso/166602042769?fref=ts

 e-mail: temporosso@inventati.org

 Non c’è solidarietà senza rivolta,

 a pugno chiuso

 I/Le compagni/e del Tempo Rosso

Annunci