I comitati contrari al gassificatore chiedono di partecipare alla manifestazione organizzata da Antropoli.

In vista del convegno organizzato dall’Amministrazione comunale di Capua per lunedì 7 maggio presso il teatro “Ricciardi”, intitolato “Risanamento Ambientale e sviluppo sostenibile. Il Gassificatore. Ragioni di una scelta”, invieremo una rappresentanza per portare in quella sede le nostre opinioni sul progetto sostenuto dal sindaco Carmine Antropoli e dalla sua maggioranza consiliare.

In modo pacifico e senza alcuna vena polemica, rivendichiamo il diritto di poter confrontarci con chi è favorevole alla costruzione della struttura e portare le nostre ragioni contrarie alla localizzazione dell’ennesimo eco mostro in Terra di Lavoro. D’altronde siamo in democrazia e il confronto aperto, di fronte ai cittadini, non può che far crescere il senso civico delle comunità di questo territorio.

Notizie non ufficiali riferiscono che in sala si può accedere soltanto se muniti di invito, ma visto che il dibattito su tematiche di questa rilevanza, non è una festa da ballo esclusiva, ci aspettiamo di essere accolti e di poter esprimere il nostro pensiero in merito al tema trattato nel corso dell’evento. Per il resto confidiamo nel buon senso degli organizzatori della manifestazione e nell’intelligenza dei relatori che vorranno ascoltare le nostre argomentazioni. D’altra parte diceva Voltaire: “Non condivido ciò che dici, ma sarei disposto a dare la vita affinché tu possa dirlo”.

Ebbene, se ha un senso la sbandierata liberalità delle alte sfere politiche (e non) presenti alla manifestazione, dovrebbero seguire alla lettera l’insegnamento del filosofo francese e ascoltare le ragioni di chi non condivide un progetto che è nato per mano dei politici, ma che avrà ricadute e conseguenze su un territorio ampio che va ben oltre le mura di Capua.

Cittadini, comitati e reti contro il gassificatore

Annunci