Solidarietà ai lavoratori dell’Interporto caricati stamattina a Caserta

Caserta

Stamattina circa 70 lavoratori dell’Interporto, sono stati brutalmente caricati dalle forze dell’ordine mentre tentavano di bloccare Corso Giannone. Dovevano avere un incontro in Prefettura alle 8 ma alle 11 nessuno ancora li aveva ricevuti, hanno comunque deciso di occupare il Corso, ma sono stati caricati dalla polizia che li ha colpiti con manganelli. Tre lavoratori contusi: uno è stato trasportato in ospedale con l’ambulanza; un altro ha riportato ferite alla gamba e un altro ancora al braccio. I settanta lavoratori dovrebbero essere impiegati dall’Interporto per la realizzazione di nuovi cantieri nell’area che fa capo al comune di Marcianise.

A fronte di una crisi devastante che sta colpendo la provincia di Caserta a 360° , con disoccupazione, chiusura di fabbriche e precarizzazione della vita, l’unica risposta dello Stato è la repressione e la polizia nelle strade. Per questo motivo riteniamo che bisogna alimentare, sostenere e solidarizzare con tutti quelli che pagano il costo della crisi. Ai lavoratori dell’Interporto va la solidarietà dell’Assemblea Autonoma di Terra di Lavoro e del Csoa Tempo Rosso

Annunci